La modernità è nata quando la relazione tra gli esseri umani ha ceduto il passo al rapporto tra gli esseri umani e le cose. Ma oggi tale rapporto, al tempo della postmodernitá, si scinde in due. Da un lato il soggetto umano, sulla soglia dell’Antropocene, entra in relazione con se stesso come agente modificatore dell’ambiente, e fa di tale spostamento d’ottica questione epocale: soggetto con soggetto. Dall’altro, l’incombente avvento delle reti di quinta generazione (5G) si appresta a controllare la più rapida e diretta comunicazione tra le cose, senza intermediazione umana: oggetto con oggetto. Soltanto la ricostruzione dei processi che hanno condotto alla divaricazione tra i termini costitutivi della modernità consente di avanzare un’ipotesi sul prossimo funzionamento del mondo, e sui suoi (problematici) modelli esplicativi.

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria

ISCRIVITI

Novembre 16 @ 18:00
18:00 — 19:00 (1h)

MAST Auditorium

Talk