In collaborazione con Human Rights Nights

Leviathan è un’esplorazione dei diversi aspetti dell’industria ittica. Le vicende sono ambientate a New Bedford, Massachusetts, un tempo capitale della pesca alla balena, città da cui salpa il Pequod di Herman Melville nel romanzo Moby Dick (1851). Il romanzo è una fonte d’ispirazione fondamentale per i registi, che hanno intitolato il film come il mostro marino della Bibbia, Leviatano, nome usato anche da Melville in riferimento alla balena bianca. I due autori stringono amicizia con i pescatori, che li invitano a partecipare alle loro battute di pesca. Questa uscita in mare è la primo di una lunga serie, in cui i registi immergono la videocamera in acqua, la avvicinano alla fauna marina come mai prima, arrivando a fissarla ai corpi dei pescatori per restituire l’esperienza della pesca nel modo più diretto possibile. Convinti che la maggioranza dei documentari e dei film antropologici ed etnografici manchi di una componente sensoriale, Castaing-Taylor e Paravel tentano di andare oltre la documentazione per restituire la sensazione di essere davvero negli abissi. Quasi privo di riprese a camera fissa, il film evoca vividamente le forze che concorrono a ricavare dal mare una fonte di sostentamento, catturando i corpi affaticati dei pescatori, il ferro corroso dal sale delle imbarcazioni, i cigolii dei macchinari per la pesca e soprattutto l’incontrastabile potenza degli oceani.

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria
In occasione di eventi e proiezioni serali la chiusura della MAST.Gallery viene prolungata

ISCRIVITI

Dicembre 29 @ 19:00
19:00 — 20:00 (1h)

MAST Auditorium

Proiezione