In collaborazione con Fondazione Stensen

Watermark raccoglie storie di tutto il mondo che narrano del nostro rapporto con l’acqua. Insieme agli autori, vediamo le colture intensive di perle al largo delle coste cinesi di Dujian e la costruzione della diga a volta più grande del mondo, la diga di Xiloudu. Visitiamo il Delta desertificato del glorioso fiume Colorado, ormai incapace di raggiungere l’Oceano, e le mefitiche concerie di Dhaka. Osserviamo come gli umani siano irresistibilmente attratti verso l’acqua, dal campionato Open di surf di Hungtinton Beach, in USA, al pellegrinaggio Kumbh Mela di Allahabad, dove 30 milioni di persone si recano per immergersi nelle acque sacre del Gange. Parliamo con scienziati che impegnati a trapanare fino a due km di profondità il ghiaccio della Groenlandia ed esploriamo il bacino idrografico incontaminato della Northern British Columbia. Girato con le tecnologie più innovative e ricco di vedute aeree mozzafiato, il film presenta l’acqua come fattore primario di terraformazione e come elemento necessario e al tempo stesso abusato dagli esseri umani. In Watermark lo spettatore è immerso nella travolgente forza della natura, che troppo spesso diamo per scontata, fino a quando non scomparirà.

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria
In occasione delle proiezioni serali la mostra resta aperta fino alle ore 22

ISCRIVITI

Dicembre 8 @ 21:00
21:00 — 22:00 (1h)

MAST Auditorium

Proiezione